Che successo Lancia alla Cesana-Sestriere



E' intitolata per il terzo anno all'Avvocato Giovanni Agnelli la 33^ Cesana-Sestriere, corsa di velocità in salita che si è appena svolta sabato 12 e domenica 13 luglio, organizzata dall'Automobile Club Torino e valida per i titoli europeo e italiano "Montagna auto storiche".  La figura dell'Avvocato viene ricordata in un avvenimento sportivo che si svolge in uno dei luoghi che ha sempre amato: le montagne del Sestriere.

Alla manifestazione hanno partecipato circa 200 vetture suddivise tra la gara di velocità in salita e il concorso dinamico di eleganza "Cesana-Sestriere Experience-Memorial Gino Macaluso". In particolare, sabato 12 c'è stata una sfilata del concorso alle ore 11, cui seguiranno due manche di prove ufficiali della gara di velocità.

FCA ha partecipatp inoltre alla sfilata con alcune vetture di gran pregio della sua collezione come la Lancia D50 di Formula1 del 1954, recentemente restaurata, che è stata esposta a Sestriere in piazzale Agnelli. Hanno affrontato invece il tortuoso tracciato la Lancia Aurelia B24, la Lancia Aurelia B20 GT, una Lancia Stratos ufficiale con i colori Alitalia e la mitica Lancia Fulvia Coupé HF 1.6 con il numero 14 sulle portiere, con la quale Sandro Munari e Mauro Mannucci si sono imposti nel Rallye di Montecarlo del 1972.

Anche quest'anno sono state inoltre presenti alcune vetture dell'Automobilismo Storico Alfa Romeo: l'"Alfetta 159" di F.1 del 1951, esposta al Sestriere in piazzale Agnelli, e la "2000 Sportiva" del 1954, che prenderà parte al concorso dinamico di eleganza "Cesana-Sestriere Experience".

Nell'albo d'oro della "Cesana-Sestriere" figurano vetture Maserati, che hanno vinto le prime due edizioni con le 2000 nel 1961 e nel 1962; Ferrari, prime con Lodovico Scarfiotti nel 1965 e nel 1966 e con Peter Schetty nel 1969; e Abarth, che ha vinto le edizioni 1970 e 1971 con Arturo Merzario e Johannes Ortner.

 Il percorso, lungo 10.400 metri, è lo stesso sul quale si sono disputate le edizioni che, dal 1961 al 1992, hanno reso celebre la corsa in tutta Europa. Dai 1.350 metri di quota di Cesana Torinese il tracciato porta ai 2.035 di Sestriere: un dislivello di 685 metri. Nel 2007 la gara è stata riproposta per le auto storiche, ottenendo nel 2010 la validità per il titolo continentale.



Post più popolari