Restauro a regola d’arte firmato Touring Superleggera

Rétromobile è anche l’ideale palcoscenico internazionale ove presentare, per le vetture Touring restaurate in Touring, il Certificato di Restauro Originale, che garantendo tecniche e metodi conformi aggiunge valore a queste splendide automobili.

Così Touring Superleggera presenta a Rétromobile 2013 due restauri, uno in corso ed uno completato, eseguiti a regola d’arte nel proprio atelier:
Alfa Romeo 6c 2500, carrozzeria Touring
Lamborghini Flying Star II, carrozzeria Touring
Restauro certificato
Le vetture Touring Superleggera restaurate negli stabilimenti Touring godono di una speciale certificazione che garantisce un restauro non solo a regola d'arte, ma eseguito secondo dettami e tecniche del tempo in cui la vettura è stata costruita.

Accurata ricerca storica, parti di ricambio originali o realizzate ad hoc su progetto e disegno del tempo, metodi di costruzione e verniciatura originali o perfettamente compatibili, nel rispetto delle normative moderne.  Un documento che aggiunge ulteriore valore alle inestimabili vetture che si fregiano dell’effigie Touring.
Alfa Romeo 6c 2500 Touring Berlinetta Questa vettura, telaio 915005, è la prima 6c 2500 Touring Berlinetta costruita in collaborazione con Alfa Romeo, tra il 1938 e il 1939, equipaggiata del motore SS con 3 carburatori Weber.
Quando fu concepita il design Touring era in transizione: dalle forme poco aerodinamiche in cui fanaleria, parafanghi, bagagliaio e altri componenti rappresentavano forme separate dal corpo della vettura, stava passando agli elementi integrati, oggetto di molta attenzione del designer.
I dettagli che caratterizzano le vetture Alfa Romeo del tempo sono fortemente presenti, incorporati dalla maestria di Carrozzeria Touring in un insieme proporzionato e fluido.
Il precedente proprietario ha utilizzato la vettura in competizioni in circuito; per adempiere al regolamento sportivo in vigore ha quindi inserito un roll bar di sicurezza che, in accordo con l’attuale proprietario, si è deciso di mantenere, procedendo al risanamento di pianale, telaio portante e scocca.
Le lavorazioni in corso presso l’atelier Touring comprendono, oltre ai risanamenti, le arie e gli allineamenti, il rifacimento dei copriruota integrali posteriori con il sistema di fissaggio originale brevettato Touring, la verniciatura a lucido diretto e il rifacimento degli interni compreso il cielino in tessuto dell'epoca.

La sabbiatura della scocca in alluminio è avvenuta con un processo chimico al ghiaccio secco e bicarbonato, con il preciso scopo di salvaguardare le sottili pelli originali.
L’atelier Touring si prefigge di non snaturare le vetture pur riportandole all’originale splendore. L’intento è di preservare l’anima e il carattere di queste auto, realizzate a mano da abili battilastra, che nulla hanno a che spartire con controlli elettronici e tolleranze delle vetture di oggi. Per questo, la leggera asimmetria della traversa superiore del parabrezza è stata mantenuta a testimonianza di un’artigianalità quasi perduta.


Lamborghini Flying Star II, carrozzeria Touring Nel 1966 la Carrozzeria milanese presentò al Salone di Torino un progetto dal design incredibilmente moderno, un prototipo perfettamente funzionale dalle proporzioni sorprendenti, con linee tese e spigoli che anticipano di un decennio il linguaggio formale degli anni '70.
La vettura voleva onorare la lunga collaborazione con Lamborghini con un'inedita forma "shooting brake".
Realizzata sulla base 350GT con telaio accorciato e rinforzato, ha il motore V12 4 litri e cambio a 5 marce della 400GT. Il centro di gravità molto basso e il peso di 1080 Kg, nella migliore tradizione Superleggera, conferiscono un piacere di guida assoluto.
L'auto fu venduta durante il Salone al fratello della nota scrittrice francese Françoise Sagan ed è sempre rimasta immatricolata in Francia, nonostante una breve permanenza negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. L'attuale proprietario, francese, l'ha affidata a Touring Superleggera per un restauro totale nel 2009.
Un'accurata ricerca storica ha permesso di riportare alle condizioni rigorosamente originali la forma e la finizione del vano bagagli, modificati nel tempo.




Touring Superleggera, la storiaLa Carrozzeria Touring Superleggera, considerata in tutto il mondo tra i massimi esponenti della scuola stilistica italiana, è nata a Milano il 25 marzo 1926 e si è subito affermata nel ristretto ambiente degli stilisti internazionali per la duplice attività di costruttore di “fuoriserie”, e di progettista e costruttore di automobili ad alte prestazioni per i marchi più nobili dell’epoca d’oro delle grandi automobili: Alfa Romeo, Isotta Fraschini, Bmw, Lancia, per continuare nel dopoguerra anche con Aston Martin, Ferrari (la maggior parte della produzione fino al 1952), Lamborghini, Maserati e Pegaso.
Il suo brevetto “Superleggera”, che permetteva di alleggerire al massimo la carrozzeria delle automobili più sportive, ha consentito a Touring di eccellere anche nel settore delle auto da competizione: nel palmarès dello stilista milanese trovano posto, tra l’altro, undici vittorie assolute alla Mille Miglia, di cui nove consecutive.
Tra i modelli più famosi progettati da Touring, si possono ricordare l’Isotta Fraschini Flying Star (1931), le Alfa Romeo 2500 Villa d’Este (1949) e 1900 Sprint (1952), la Maserati 3500 GT (1957), la Ferrari 166 MM “barchetta” (1949), l’Aston Martin DB 4 e DB5 (1958), la prima Lamborghini 350 Gt (1963) e la Lamborghini Flying Star II su meccanica 400 Gtv (1966).

La storia più recente vede l'acquisto dello storico marchio da parte di un gruppo privato europeo specializzato nei brand di lusso dell'automobile. Si arriva così a realizzazioni come la Maserati Bellagio (2008), l'A8GCS Berlinetta, premiata come Best Supercar of the Year nel 2009, e la Bentley Continental Flying Star (2010).

Nel 2011 Touring Superleggera ha creato la fast tourer Tornante, disegnata su commissione di Gumpert, conosciuta per rigore e perfezione della meccanica ed eccellenza delle prestazioni.
Si è inoltre strutturata per aumentare la capacità produttiva della Bentley Continental Flying Star.
Nel 2012 per celebrare la propria anima sportiva a 60 anni dalla realizzazione di un'icona quale la C52 Alfa Romeo,Touring Superleggera svela la "Disco Volante 2012": forme innovative vestono l'autotelaio superprestazionale dell'Alfa Romeo 8C Competizione.
I prodotti attuali sono disegnati e costruiti nella sede di Terrazzano di Rho, alle porte di Milano.


Post più popolari