Carri funebri che passione


Dopo essersi già tradizionalmente radicata nel mondo anglosassone, grazie al tipico humor nero di quell'area culturale, giunge anche in Italia la kermesse dei "carri da morto". L'appuntamento è per domenica prossima 4 settembre a Macerata, dove nella centrale piazza della Libertà confluirà il primo Raduno nazionale dei veicoli funebri.
Sponsor dell'iniziativa, "Scrigno del cuore" (un feretro brevettato dal quale sono rimuovibili delle parti come ricordo del defunto per i partecipanti al funerale). Parte del ricavato della giornata verrà poi devoluto all'Associazione italiana familiari e vittime della strada.
La manifestazione di domenica prevede la punzonatura dei carri, la presentazione ai media e quindi la partenza alla volta di Rimini, lungo un tragitto attraverso le strade marchigiane: partenza alle 9.30 da Macerata e via per Jesi-Ancona-Rimini, con pranzo a Pesaro alle 13.30 e arrivo in Riviera alle 17.00.
Le adesioni sono ad oggi più di cinquanta; i carri che sfileranno saranno modelli d'epoca e da collezione, però accanto a veicoli ultramoderni dotati di ogni optional.
L'organizzazione prevede anche il servizio di hospitality, la presenza di un futuristico bus-carro attrezzi per il recupero stradale e - perchè no? - un'ambulanza in coda al corteo.
Verranno inoltre regalati ai presenti numerosi gadget e una camicia-ricordo con i loghi della manifestazione.
Con questo raduno le Marche colgono senza dubbio il record di regione italiana con il maggior numero di manifestazioni "funebri"; infatti, oltre a quella di domenica 4, una diversa organizzazione ne realizzera un'altra analoga a Monsano (Ancona) il prossimo 18 settembre.

Post più popolari