Coppa d'Oro delle Dolomiti 2018: dal 19 al 22 luglio parte da Cortina la sfida con auto da sogno e i top driver della Regolarità Classica

Pochi giorni di attesa e Cortina d'Ampezzo insieme agli affascinanti tornanti delle Dolomiti, Patrimonio Unesco, saranno teatro, dal 19 al 22 luglio, della Coppa d'Oro delle Dolomiti.  Oggi la Coppa d'Oro, che compie 71 anni, è una gara di regolarità classica che unisce alla bellezza dei percorsi dolomitici il fascino di pezzi unici da collezione della storia del motorismo nazionale e internazionale. 

Saranno in gara circa 50 equipaggi nazionali ed internazionali. Molti dei piloti presenti al via hanno già primeggiato a Cortina. Tra loro andranno seguiti con particolare attenzione: Andrea Belometti campione in carica della Coppa d'Oro delle Dolomiti, affiancato da Doriano Vavassori su Lancia Lambda Spider Casaro del 1929, Giovanni Moceri - vincitore l'anno scorso del primo Campionato Italiano Grandi Eventi - che sarà al via affiancato dalla moglie Valeria Dicembre su Fiat 508 C del 1939; Giuliano Canè, plurivincitore della corsa, in gara su Lancia Aprilia del 1938 insieme alla consorte Lucia Galliani, Giordano Mozzi in coppia con la moglie Stefania Biacca su Triumph Tr2 del 55 e molti altri protagonisti della Regolarità Classica Nazionale e Internazionale.
Questa edizione è la prima prova del Campionato Italiano Grandi Eventi 2018, organizzata da ACI Belluno in collaborazione con Automobile Club d’Italia e patrocinato da ACI Storico. Coppa d’Oro delle Dolomiti, si avvale anche del patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Belluno e Cortina Dolomiti.

Dopo l’appuntamento per le "verifiche tecniche e sportive", fissato giovedì 19 luglio, nella mattinata di venerdì 20 luglio, in Corso d’Italia a Cortina, si raduneranno gli equipaggi pronti a sfidarsi per due giorni lungo le suggestive strade delle Dolomiti Bellunesi.

Nei due giorni di competizione il percorso si snoderà all’interno della regione Veneto, regalando agli equipaggi l'ebbrezza di attraversare montagne di così grande impatto paesaggistico: il Passo Falzarego, il Passo Tre Croci e il Passo Giau, solo per citarne alcune.
Sabato 21 luglio le vetture transiteranno a Belluno davanti alla storica sede dell'ACI di Piazza dei Martiri.

Come già nelle scorse edizioni, sarà in gara il Presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani: “Da 71 anni la Coppa d’Oro delle Dolomiti incarna la sfida epica tra la potenza della tecnologia e la maestosità della natura: le auto protagoniste della storia motoristica duellano con le montagne più affascinanti del mondo, in una gara dove conta non solo il cronometro ma anche l’abilità dell’equipaggio nell’attenta gestione di ogni componente meccanica lungo tutto il tracciato” e aggiunge: “E' un evento imperdibile per la sua doppia anima sportiva e turistica, che grazie al know-how dell’ACI ritrova i fasti del suo glorioso passato e si rinnova in una manifestazione ogni anno più stimolante ed avvincente. Coppa d’Oro delle Dolomiti è la prova di apertura del Campionato Italiano Grandi Eventi, che sotto l’egida dell’Automobile Club d’Italia e di ACI Storico sfoggia nel mondo perle motoristiche come il Gran Premio Nuvolari a settembre, la Targa Florio Classica ad ottobre e la Coppa delle Alpi a dicembre”. 

Post più popolari