Techno-Classica Essen, ad aprile la fesra

La Techno-Classica Essen, con i più di 200.000 visitatori dell’anno scorso, non è stata soltanto la fiera mondiale della classica automobilistica con il maggior numero di visitatori ma ha manifestato con la sua popolarità anche la sempre crescente forza economica della scena delle auto d’epoca e degli amatori. Il successo della Techno-Classica Essen è, fino ad oggi, incomparabile e si basa sul principio dell’organizzatore, la S.I.H.A. che sarebbe quello di presentare ai visitatori da più di 40 nazioni una scelta del meglio di tutti i campi dell’hobby della classica automobilistica. Rafforza, con più di 1.250 espositori da più di 30 nazioni, l’importanza quale numero 1 delle fiere della classica automobilistica internazionale, offrendo un quadro completo della scena della classica automobilistica internazionale.



Anche nel 2017, la fiera mondiale della classica automobilistica, con presentazioni dispendiose delle più di 25 case automobilistiche tedesche ed internazionali, sarà di nuovo la mostra storica più grande dell’industria automobilistica da tutto il mondo. Le case automobilistiche dimostrano tramite le loro esibizioni, in maggioranza spettacolari, il valore che attribuiscono alla fiera mondiale della classica automobilistica. La Techno-Classica Essen, durante i quasi 30 anni della sua esistenza, è diventata, inoltre, il punto d’incontro ed il centro di scambi commerciali più promettente della scena internazionale della classica automobilistica: più di 2.500 veicoli classici, per collezionisti ed amatori saranno in vendita. Anche per i più di 220 club della classica automobilistica e associazioni d’interesse comune, la Techno-Classica Essen del 2017 sarà considerata di nuovo la più importante fiera della classica automobilistica dell’anno: essi faranno della fiera guida della scena della classica automobilistica il più grande incontro mondiale dei club e della scena delle auto d’epoca e delle youngtimer.

Ad aprile del 2017, alla Techno-Classica Essen, sarà di nuovo presente una vasta gamma di restauratori di prima classe, imprese dell’indotto, offerenti di letteratura automobilistica, commercianti di pezzi di ricambio, venditori di accessori, commercianti di orologi e di tecnica, artisti e galleristi, case editrici e non per ultimi offerenti di modelli d’auto, facendone la fiera della classica automobilistica mondiale. I commercianti specializzati – ed anche i visitatori – non arriveranno soltanto da tutta l‘Europa ma anche da oltreoceano. Anche espositori dall’America del Sud e del Nord e perfino dalla Cina presenteranno, quindi, le loro offerte.

Quando la Techno-Classica, nel 1989, fu organizzata per la prima volta dalla S.I.H.A. divenne subito la prima grande mostra della classica automobilistica internazionale assumendo già dall’inizio il ruolo di pioniere. L’odierna “29a fiera mondiale per auto d’epoca, automobili classiche e di prestigio, motorsport, motociclette, pezzi di ricambio, restauri ed incontro mondiale dei club“, con continui miglioramenti dei dettagli, novità e idee nuove, mantiene il suo vantaggio, essendo, tuttora, il modello – insuperato – per tante fiere d’auto d’epoca nate nel passar degli anni.

L’attrattiva della Techno-Classica Essen non si radica soltanto nella qualità e la nella quantità delle offerte in vendita: presenta inoltre, ogni anno, ai veri conoscitori tra gli esperti della classica automobilistica, squisitezze della storia delle automobili tramite una spettacolare mostra speciale. Al centro della fiera della classica automobilistica mondiale, nel padiglione 6, la S.I.H.A. presenterà nel 2017 sotto il tema „Grand Prix Monaco 1957“ macchine da corsa scelte che avranno una cosa in comune: si presentarono tutte alla partenza del Grand Prix di Monaco nel 1957, che vinse Juan Manuel Frangio in una Maserati 250F con un vantaggio di 25 secondi prima di Tony Brooks nel padiglione 6, e con questi anche una scelta dei 16 monoposto che si presentarono il 19 maggio 1957 alla partenza a Monte Carlo. Tra queste ci saranno una Ferrari 801, come quella pilotata da Wolfgang Graf Berghe von Trips, una Ferrari D 50, una Cooper Climax T43 e una Connaught Alta Type B.
I visitatori della Techno-Classica Essen potranno, inoltre, dare uno sguardo nel passato per vedere il futuro: circa 120 anni fa l’automobilismo si vide di fronte ad un bivio – proprio come oggi. Quale tipo di trazione si affermerà in futuro: il motore a combustione o il motore elettrico?

La fiera mondiale della classica automobilistica, in occasione di una mostra speciale, riporta alla memoria un fatto quasi dimenticato: già negli anni dal 1900 al 1920 esisteva una percentuale sorprendentemente alta di automobili a motore elettrico – solo dal 1912 in poi il motore a benzina iniziò a imporsi definitivamente, dopo l’invenzione dello starter elettrico. Le automobili a benzina, prima, dovevano essere avviate con molta forza a mano. La prima macchina del mondo a trazione elettrica con batteria dalla Ayrton & Perry del 1882, una Detroit Electric del 1915, una Stanley Steamer automobile a vapore del 1919 nonché una Mercedes Simplex del 1903 illustreranno in modo impressionante il livello tecnico dei diversi sistemi di trazione dei primi anni dell’automobilismo. Altre automobili elettriche moderne dimostrano come il motore elettrico poco a poco s’impone nella costruzione di automobili attuale.

Passato e futuro: durante i cinque giorni della fiera c’è di tutto, davvero tutto, circa il tema auto d’epoca e youngtimer – s’incontreranno, quindi, dal 5 al 10 aprile 2017, tante personalità in vista, conosciute dal cinema e dalla televisione, le star dal passato e dal presente del motorsport nonché le persone con potere decisionale più importanti della scena della classica automobilistica. La gamma delle esibizioni, attraente e affascinante, farà della Techno-Classica Essen uno spettacolo da infotainment automobilistico di prima classe per tutta la famiglia – la mostra mondiale dell’automobile.

Post più popolari