Coppa d’Oro delle Dolomiti: presentata al Salone di Padova l’edizione che celebra il 70°Anniversario



Dopo il successo della passata edizione, probabile una nuova tappa in Austria L’appuntamento è a Cortina d’Ampezzo dal 20 al 23 luglio 2017 per una ricorrenza importante. Coppa d’Oro delle Dolomiti, uno dei grandi appuntamenti del calendario della regolarità classica, celebra il 70° anniversario.

La corsa, nata nel 1947, ha visto negli anni confrontarsi lungo i suggestivi scenari dolomitici piloti come Paolo e Giannino Marzotto, Piero Taruffi e Gigi Villoresi, per passare poi ai protagonisti di oggi tra i quali: Giuliano Canè, Giordano Mozzi, Andrea Vesco e il campione in carica Giovanni Moceri, solo per citarne alcuni.

Coppa d’Oro delle Dolomiti senza rinnegare il proprio passato e la propria tradizione, ha saputo rinnovarsi diventando tappa obbligata per i maggiori esponenti nazionali ed internazionali della regolarità classica e per i marchi di auto più prestigiosi.

Con ogni probabilità anche nella prossima edizione della Coppa d’Oro ci sarà modo di ripetere sia la prova in notturna che il passaggio in Austria che molto successo hanno riscosso sia tra i gentlemen driver che tra gli appassionati.


Il Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani evidenzia il fascino e la curiosità che Coppa d’Oro suscita in Italia e all’estero e regala un’anticipazione in vista della prossima edizione: «Coppa d’Oro delle Dolomiti è un appuntamento imperdibile che trova conferma nel 2017 grazie all’impegno assiduo di ACI Storico. L’emozione di vedere correre le auto protagoniste della nostra tradizione in uno scenario così affascinante su un percorso avvincente richiama non solo gli appassionati di auto d’epoca, ma anche i tanti turisti e i curiosi che si avvicinano alla corsa e che immediatamente diventano ambasciatori del valore storico e culturale dell’heritage a quattro ruote. Una manifestazione così travolgente – ha aggiunto Sticchi Damiani - rappresenta un patrimonio del territorio e dell’Italia intera, da tutelare nel tempo ed esaltare a livello globale. Non potrò mancare anche alla 70esima edizione della Coppa d’Oro, come concorrente, come appassionato e ovviamente come presidente di ACI ed ACI Storico».

Numerosi passi dolomitici, oltre 500 km di percorso, 3 regioni attraversate, una tappa all’estero, 90 vetture iscritte tra cui alcuni pezzi unici al mondo, una prova in notturna. Sono solo alcuni dei numeri della passata edizione che ribadiscono la formula vincente di Coppa d’Oro ed un trend in continua crescita in termini di iscritti, pubblico e media italiani e stranieri.

«Nel 2017 raggiungeremo due grandi traguardi - ha dichiarato Alessandro Casali, Presidente del Comitato Organizzatore – il 70° anniversario della Coppa d’Oro delle Dolomiti e i 5 anni dell’opera di rilancio di questo evento da parte del nostro gruppo di lavoro. Siamo molto soddisfatti della promozione e della valorizzazione di questa manifestazione. Abbiamo lavorato molto sul piano dell’internazionalizzazione della Coppa d’Oro e c’è da parte nostra una grande sensibilizzazione verso i collezionisti. Per la prossima edizione – ha aggiunto Casali – siamo molto impegnati per confermare la tappa di Lienz e per regalare a Cortina d’Ampezzo una settimana di eventi collaterali in concomitanza con la gara ».

Post più popolari