Tutto pronto per il Gp di Nuvolari


Tutto pronto per il Gran Premio Nuvolari, manifestazione di regolarità riservata alle auto storiche organizzata da Mantova Corse, in collaborazione con Automobile Club Mantova e Museo Tazio Nuvolari. Si svolgerà secondo le normative F.I.A., F.I.V.A. e A.C.I. Sport. La partenza è fissata da Mantova, Capitale Italiana della Cultura 2016.

Il percorso
Prima tappa - Venerdì 16 settembre, da Mantova a Forte dei Marmi.
Alle ore 11:00, da Piazza Sordello a Viale Te per disputare le ormai classiche prove cittadine, poi all’Autodromo di San Martino del Lago e al “Riccardo Paletti” di Varano prima di affrontare i tornanti del Passo della Cisa. Transito da Carrara ed in serata, a Forte dei Marmi, il beach party a “La Capannina di Franceschi”.
Seconda tappa - Sabato 17, da Forte dei Marmi a Rimini.
Il G.P Nuvolari transiterà per le antiche mura di Lucca, Piazza dei Miracoli a Pisa, Piazza del Campo a Siena, Arezzo, Città di Castello, Urbino e infine Rimini. Al “Grand Hotel”, la serata ufficiale in onore di Tazio Nuvolari.
Terza e ultima tappa - Domenica 18, da Rimini al traguardo di Mantova.
Dopo i passaggi a Meldola, Cesena e Forlì le auto giungeranno all’Autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” di Imola e una volta a Ferrara affronteranno il “Circuito Ariosteo”. La bandiera a scacchi calerà sul traguardo di Piazza Sordello dopo 1.050 km, 90 prove cronometrate e 5 prove di media, facendo del GP Nuvolari uno dei più tecnici e prestigiosi eventi per auto storiche al mondo.

I partner che supportano la manifestazione dedicata al mantovano, genio della velocità: da Audi, la casa dei 4 anelli ad Eberhard & Co., 26 anni di ininterrotta appassionata presenza; da Banca Generali, marchio prestigioso, modello di affidabilità nel mondo, fino a Michelin Classic, la nuova importante presenza tecnica.

Audi, nel cuore del Gran Premio Nuvolari. Il marchio dei quattro anelli, Main-Sponsor della manifestazione, nato nel 1932 a Chemitz, in Sassonia, dalla fusione delle quattro case DKW, Audi, Horch e Wanderer, ai tempi di Nivola era denominata Auto Union. Un nome che riporta alla seconda giovinezza del “Mantovano Volante”. Nel 1938, a 46 anni, Tazio condusse alla vittoria le Type D disegnate da Robert Eberan-Eberhost a Monza e a Donington; si confermò nel 1939 a Belgrado, evento sfortunatamente concomitante con lo scoppio della seconda guerra mondiale, fu l’ultima gara della Formula Grand Prix e l’ultima grande affermazione internazionale di Nivola, ma tale fu la portata di quei successi che il binomio “Nuvolari-Auto Union” divenne indissolubile. Un legame che verrà celebrata ancora una volta, a Mantova al Gran Premio Nuvolari dal 15 al 18 settembre prossimo.

Post più popolari