2°Trofeo Tollegno 1900, cronaca di un successo



Da sempre sinonimo di eccellenza tessile, Biella vanta un ulteriore primato: una lunga e ricca tradizione motoristica. A farla rivivere ci ha pensato l’azienda Tollegno 1900, realtà di eccellenza e innovazione nel comparto del tessile italiano, che ha chiuso ieri con grande successo la due giorni del 2°Trofeo Tollegno 1900 – Revival Lana Gatto, prova di apertura del Challenge Riflessi Biellesi. La competizione di auto storiche, tenutasi il 7 e 8 maggio,  ha visto sfilare alcuni tra i modelli più prestigiosi e affascinanti del settore automobilistico italiano ed internazionale prodotti fino al 1990: meravigliosa Bugatti del 1928, una rara e prestigiosa Alfa Romeo 6C del 1937, una Lancia Lambda Torpedo del 1930. Modelli che hanno scritto la storia dell’automobilismo, alcuni rari, altri che sono stati e sono tutt’ora sogno di molti collezionisti: Porsche 356 e 911, ma anche 993, Chevrolet Corvette, Mercedes 190 SL e 280, Jaguar E Type e XK120, Austin Healey 3000 ed Aston Martin. L’Italia ha risposto con le Lancia: Stratos, Fulvia, Delta e Beta Montecarlo, ma anche Aurelia e Flavia; le Ferrari: dalla 275 GTS alla 348; Alfa Romeo: dalle Giulietta degli anni ’50 alle Giulia, berlina e GT, passando per la bellissima Montreal; le Fiat 124 Spider, 131 Abarth, 850 Sport e Ritmo Abarth. Grande interesse lo ha suscitato la recente ma già “instant classic” Maserati GS Zagato, costruita in unico esemplare.

Due giorni di gara su un percorso in due tappe di 370 Km di cui 219 di prove cronometrate che ha toccato ben quattro province, transitando nel territorio di una settantina di diversi comuni, dal Biellese alla Valsesia, lambendo i Laghi Maggiore e d’Orta.

Fra gli oltre 130 equipaggi iscritti provenienti da importanti Paesi europei quali Italia, Inghilterra, Olanda, Germania e Svizzera, tutti rigorosamente abbigliati con eleganti gilet realizzati in limited edition con tessuti Lanificio di Tollegno, molti giovani, nomi noti dell'imprenditoria e due piloti di fama internazionale: Piero Liatti, vincitore  del Rally di Montecarlo Mondiale nel 1997 e RallyLana del 2000 e Andrea Zanussi, vincitore del RallyLana 1986. Il primo ha preso parte con una Mercedes 280SL del 1970 in coppia con Anna Varale mentre il secondo ha scelto una più rallystica Fiat 131 Abarth che ha diviso con Francesco Rossi Scribani.
Un successo di presenze senza uguali: Tollegno 1900 in collaborazione con NS events hanno dovuto bloccare le iscrizioni con tre giorni di anticipo. Le operazioni di consegna dei road book del percorso e le verifiche di documenti e vetture sono state anticipate al venerdì sera 6 maggio per poter mantenere il programma e gli orari formulati.

La gara di regolarità per auto storiche ha tagliato il nastro di partenza Sabato 7 maggio alle ore 11:00 presso lo storico stabilimento del Lanificio di Tollegno. La prima giornata di gara ha visto protagonista il territorio della Valsesia, con i due punti di riordino fissati a Prato Sesia presso la sede del retail Ragno e Maggiora al Maggiora Park. La competizione, avviata lungo un percorso di 212 Km,  si è conclusa con la suggestiva sfilata nella centrale Via Italia di Biella alle ore 18:00. La sera i partecipanti sono stati ospiti presso il Palazzo Lamarmora nel Borgo Storico del Piazzo a Biella per un’elegante cena di gala.
Domenica 8 maggio è iniziata alle ore 9:00 con lo start della seconda tappa, 158 km nel territorio biellese, con il punto di riordino fissato presso l’oasi di verde della Tenuta Castello - Golf Club di Cerrione. L’arrivo della prima vettura per le ore 15 presso il Lanificio di Tollegno e la cerimonia di premiazione hanno segnato la fine del prestigioso evento. La classifica ha visto trionfare la Talbot Sunbeam Lotus di Filippo Anselmetti ed Ilaria Vigna che hanno preceduto Giorgio Del Piano ed Alberto Gatto su Porsche 356 A Carrera e la Lancia Fulvia Coupè di Cesare e Federico Brovarone. Miglior prestazione assoluta e vittoria nella categoria “auto moderne” per la Ferrari 348 TB di Andrea Malucelli e Luca Zumella.

Anche per la seconda edizione, Tollegno 1900 ha voluto dedicare tre premi speciali per altrettante categorie: per l’auto più elegante è stata selezionata l’Alfa Romeo 6c 2300 di Federico e Mario Mondelli; l’auto sportiva di maggiore rilievo ha premiato la Lancia Fulvia HF “fanalone” ufficiale di Angelo Miniggio e il premio “vip” è stato assegnato alla Bugatti T40 di Ezio Martino Salviato e Moglia Maria Caterina che è stato premiato con un paio di occhiali realizzati in vero corno offerti da uno degli Sponsor. Menzione particolare inoltre  per le prove di media assegnata a Carlo Picco e Silvano Petrani che hanno vinto la sterlina d’oro a bordo della loro bellissima Porsche 911 s 2.4 del 1972 e per l a categoria equipaggi femminili,  sul podio è salita la coppia Elisa Cervara-Monica Caffara alla guida di un’Alfa romeo Giulietta S del 1961.
I premi progettati dall’artista Nando Crippa sono opere esclusive realizzate con filati Lana Gatto mentre il premio del Challenge Riflessi Biellesi è stato realizzato dell’artista Daniele Basso. Anche in questo caso sono messi in evidenza i valori di Tollegno 1900: spirito italiano fatto di eleganza, bellezza e cultura.

Il 2°Trofeo Tollegno 1900 – Revival Lana Gatto è un omaggio al famosissimo “rallyLANA” di cui negli anni settanta, per otto edizioni, Lana Gatto è stata main sponsor. La gara da realtà locale diventò, anche grazie a Lana Gatto, una competizione di rilievo nazionale, fino a trasformarsi nel 1978 in un rally la cui fama varcò presto i confini. L’azienda da sempre ha voluto distinguersi, puntando già dagli albori a promuovere eventi legati al territorio e farli crescere a livello nazionale ed internazionale. Oggi, il Trofeo Tollegno 1900 – Revival Lana Gatto è divenuto sinonimo di una competizione che unisce tradizione ed innovazione, specchio di un’azienda che rinnova ogni giorno le sinergie con il proprio territorio.

Post più popolari