20 anni di Mercedes-Benz Sprinter



In due decenni Sprinter ha scritto una storia coronata da straordinari successi, attribuendo il proprio nome ad un’intera categoria di veicoli.      Una vera leggenda che continua a segnare nuovi record. Concept innovativo, qualità del prodotto esemplare e clienti soddisfatti sono le ragioni del grande successo che Sprinter ha riscosso in tutto il mondo. Oggi, oltre 2,9 milioni di persone in 130 Paesi della terra guidano uno Sprinter.

Nella primavera del 1995 debutta la prima generazione Sprinter: una pietra miliare da diversi punti di vista. Lo Sprinter è il primo veicolo commerciale della Stella a non essere identificato da sobri codici alfanumerici, ma da un nome vero e proprio. Da subito, si fa ambasciatore di una forte offensiva di prodotto della Stella nel segmento dei van. Il primo Sprinter segue le orme di una vera leggenda dei van, identificato dalla denominazione Mercedes-Benz T1, che in 18 anni è stato prodotto in quasi un milione di esemplari. Il nuovo veicolo eredita solo il concept tecnico di base, tutto il resto è una vera rivoluzione. Combinazione unica di carrozzeria autoportante e potente trazione posteriore, assetto moderno e sospensioni a ruote indipendenti sull’asse anteriore, dotazioni di sicurezza esemplari e motori potenti.

Già nel primo anno di produzione completo, il 1996, lasciano le linee di Düsseldorf oltre 100.000 esemplari: un successo annunciato. Solo nel 2014, sono stati ben 186.114 gli esemplari costruiti a Düsseldorf ed a Ludwigsfelde, in Germania, nella metropoli argentina Buenos Aires, a Charleston nello stato americano del South Carolina, nella cittadina russa di Nischni Nowgorod ed a Fuzhou, in Cina. Oggi Sprinter viene prodotto in 6 stabilimenti su 4 continenti. E, con ogni probabilità, nell’anno in corso, lo Sprinter segnerà un nuovo record assoluto. Fino ad oggi Mercedes-Benz ha al suo attivo una produzione di quasi tre milioni di Sprinter.

Post più popolari