Volvo alla Targa Florio Classica



Occhi puntati sul driver siciliano nella sua terra in occasione della gara del Campionato Grand’Eventi che fa rivivere una delle grandi classiche dell’automobilismo. Margiotta sarà al via al volante della PV544 del Registro Volvo affiancato dal fido navigatore Bruno Perno.

Lo schieramento della Scuderia Volvo alla Targa Florio Classica verrà completato dalla P1800 della coppia Massimo Zanasi-Barbara Bertini e dalla Amazon 122S portata in gara dall’equipaggio Leonardo Fabbri-Vincenzo Bertieri.



La Targa Florio Classica si correrà dal 15 al 18 Ottobre prossimi sulle strade della Sicilia Nord Orientale e toccherà parte del glorioso Circuito delle Madonie sul quale si è tradizionalmente disputata la gara.



La presenza Volvo alla Targa Florio Classica non si limiterà a quella delle vetture in gara. Volvo Car Italia metterà infatti a disposizione dell’organizzazione le vetture di servizio necessarie alle esigenze di mobilità legate allo svolgimento della competizione. Saranno utilizzati i modelli Volvo S60 e V60.



Le ambizioni Volvo sono giustificate dalla serie di ottimi risultati ottenuti dallo stesso Margiotta e dalla Scuderia nel Campionato Grand’Eventi 2015: un secondo posto alla Winter Marathon, gara di apertura della stagione, un quinto posto assoluto e un terzo posto nella classifica per le Scuderie al Gran Premio Terre di Canossa, un terzo posto nel recente GP Nuvolari.



“Gareggiare in luoghi come Cerda, Collesano o Bonfornello, dove si è scritta la leggenda delle corse, ci da un’emozione del tutto speciale”, afferma Nino Margiotta. Che aggiunge: “Correremo sulle strade di casa e ce la metteremo davvero tutta. Il bellissimo podio ottenuto di recente al GP Nuvolari, da sempre una delle prove più selettive del Campionato Grand’Eventi, seconda solo alla 1000 Miglia in termini di prestigio, ci ha dato una spinta incredibile. La concentrazione sarà assoluta. Ci stiamo preparando curando ogni dettaglio con un’attenzione se possibile superiore a quella che abitualmente mettiamo. Perché portare al grande risultato i colori Volvo proprio alla Targa Florio sarebbe per me l’onore più grande”.



“E’ bellissimo essere alla Targa Florio Classica con tre auto altamente rappresentative della storia e del marchio Volvo, con tre equipaggi di primo piano e con un pilota come Margiotta in grado di puntare al primato”, dichiara Gianluca Fabbri, Responsabile dell’Attività della Scuderia Volvo. “Ci tengo a dire che tutti i piloti e i navigatori che rappresentano ufficialmente il nostro marchio contribuiscono in maniera decisiva a rendere la Scuderia una realtà riconosciuta e consolidata del panorama della Regolarità per auto storiche. Stiamo vivendo una stagione entusiasmante e faremo il possibile affinché la Targa Florio confermi quanto abbiamo mostrato fino a oggi”, conclude Fabbri.



Assistenza tecnica al seguito delle vetture in gara

Così come avvenuto al GP Nuvolari, anche alla Targa Florio la Scuderia Volvo si avvarrà dell’assistenza tecnica fornita da un’officina mobile realizzata a bordo di una V60, che seguirà gli equipaggi durante l’intera gara e che al GP Nuvolari si è dimostrata un elemento chiave dell’ottimo risultato ottenuto. Sarà ancora Giuseppe Rovere il tecnico a fornire l’assistenza.



Margiotta e Volvo, due storie di successo

I risultati di Nino Margiotta hanno senz’altro rafforzato le già alte quotazioni del Registro Volvo. Del resto, la storia agonistica della Scuderia Volvo e quella del portacolori della Scuderia sono entrambe contrassegnate dal successo. Nel palmares della Scuderia del Registro Italiano Volvo d’Epoca ci sono trofei di prestigio come:

-       1 vittoria alla Coppa D’Oro Delle Dolomiti;

-       tre secondi posti alla Winter Marathon (incluso quello ottenuto nel 2015 da Nino Margiotta);

-       1 terzo posto al GP Nuvolari(ottenuto nel 2015 da Nino Margiotta)

-       1 terzo posto nella speciale classifica per Scuderie al GP Terre di Canossa;

-       1 vittoria all’Elba Graffiti;

-       vittorie alla Coppa Città della Pace e al Trofeo Strade Scaligere (entrambe ottenute da Margiotta).



D’altra parte, Nino Margiotta vanta uno dei palmares più ricchi nel panorama nazionale delle gare di regolarità per auto storiche. Tra i risultati più significativi ottenuti come driver:

Stagione 2015

1° classificato alla XII Coppa Città della Pace al volante di una Volvo PV544;

1° classificato alla V° Trofeo Strade Scaligere al volante di una Volvo PV544;

2° classificato alla 27^ Winter Marathon al volante di una Volvo P1800S;

2° classificato alla VIII Gran Carrera Argentina al volante di una Volvo 122S Amazon;

3° classificato al Gran Premio Nuvolari al volante di una Volvo PV544;

5° classificato al Gran Premio Terre di Canossa al volante di una Volvo PV544;

Stagione 2014

1° classificato alla Summer Marathon al volante di una Alfa Romeo Giulietta Spider;

1° classificato alla Coppa della Presolana al volante di una Morris Cooper;

1° classificato alla Campagne & Cascine al volante di una Morris Cooper;

2° classificato al GP Terre di Canossa al volante di una Alfa Romeo Giulietta Spider;

3° classificato alla 26^ Winter Marathon al volante di una Morris Cooper;

Stagione 2013

1° classificato alla 25^ Winter Marathon al volante di una Morris Cooper;

1° classificato alla Coppa della Presolana al volante di una Morris Cooper;

1° classificato alla Campagne & Cascine al volante di una A112 Abarth;

2° classificato al GP Terre di Canossa al volante di una Porsche 911;

2° classificato alla Sestrierestorico al volante di una Alfa Romeo Giulietta Spider;

2° classificato al 6° Trofeo della Secchia Rapita al volante di una Alfa Romeo Giulietta Spider.



Nato a Campobello di Mazara (TP) nell’Ottobre del 1985, Margiotta partecipa alla sua prima gara di regolarità già all’età di 11 anni iscritto come navigatore alla 2^ Coppa dei Sicani di Sciacca, valevole per la coppa di zona del campionato siciliano. L’ottava posizione conquistata nella classifica assoluta è indicativa del futuro di Margiotta, che appena conseguita la patente di guida (2003) inizia un’attività come pilota di regolarità in Sicilia prima e poi in ambito nazionale, dopo il suo trasferimento in Piemonte, dove attualmente vive.

Post più popolari