Mostra da non perdere al Museo Checco Costa dell'Autodromo di Imola

E' nella terra dei motori che nasce una palestra dedicata alla sicurezza, ISQ, che quest'anno compie vent'anni; e per celebrarli ha scelto il Museo Checco Costa dell'Autodromo di Imola con una mostra, aperta fino alla fine di maggio, che è il primo capitolo di una serie dedicata alla sicurezza. ISQ, Istituto Sicurezza e Qualità, si dedica da vent'anni alla formazione, attraverso corsi e addestramenti specifici di qualità, ed è diventato un autorevole e riconosciuto punto di riferimento nazionale per l'addestramento di squadre e professionisti della sicurezza.

Gli addetti alla sicurezza antincendio delle squadre corse Ferrari, Ducati e Aprilia e gli addetti alla sicurezza della Piaggio si sono addestrati sui moduli a fuoco vivo del campo ISQ. E' qui che docenti preparati e i Leoni della Squadra Corse CEA, insegnano come affrontare l'emergenza in sicurezza, utilizzando attrezzature d'avanguardia europea.

ISQ ha scelto il Museo Checco Costa dell'Autodromo di Imola come cornice in cui raccontarsi. Una installazione multimediale, darà voce a chi ha dato vita alla scuola di sicurezza. Racconterà come la genialità imprenditoriale emiliano-romagnola, ha saputo trasformare l'esperienza capitalizzata da situazioni di estremo pericolo in un insegnamento da trasferire alla collettività, una scuola di gestione delle emergenze: l'Istituto di Sicurezza e Qualità.

In occasione della mostra del ventennale di ISQ, il Museo Checco Costa dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari ospita 3 mostre tematiche inerenti al mondo dei motori. Curati dallo studio Veronesi – Namioka, i visitatori troveranno dal 9 marzo, data di apertura al pubblico, spazi espositivi dedicati alla storia dell’Autodromo di Imola, con fotografie e didascalie che raccontano i momenti più significativi dal 1947 al 1973, una prima parte alla quale ne seguirà una seconda nel corso della stagione.

Si prosegue con un personaggio, imolese doc, Fausto Gresini, capace di laurearsi due volte campione del mondo della 125 nel Motomondiale. Gli appassionati potranno gustarsi la Garelli 125 GP con la quale Gresini conquistò nel 1987 il suo primo alloro iridato; e la Honda RS125R del 1992, anno in cui si classificò al secondo posto nel campionato. In esposizione anche caschi e tute del campione imolese. Da non perdere infine la STR6, equipaggiata col motore Ferrari V8, monoposto di Formula Uno della Scuderia Toro Rosso, guidata nel campionato mondiale 2011 dallo svizzero Sebastien Buemi e dallo spagnolo Jaime Alguersuari.

Il Museo Checco Costa ospita la mostra dal 9 marzo sino al 31 maggio ed è aperto nei giorni feriali dalle ore 9.30 alle ore 13.30 – e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 (sabato e domenica durante le manifestazioni in programma). Il costo del biglietto è di 5 Euro.

Post più popolari