Mille Miglia, presentata l'edizione 2014


Tutto è pronto per la cinquantanovesima edizione della Miglia, che si svolgerà dal 15 al 18 maggio con la tradizionale partenza da Brescia. Saranno 430 le auto partecipanti, a fronte di 619 richieste, mentre l'organizzazione sarà curata da una società interamente partecipata dall'Automobile Club di Brescia, da sempre proprietario del marchio. La prossima Mille Miglia durerà un giorno di più, con l'aggiunta di una tappa. La partenza avverrà giovedì 15 maggio a Brescia e il tracciato resterà invariato fino a Vicenza, dove le vetture punteranno verso nord, in direzione Marostica e Bassano del Grappa. La prima tappa si concluderà a Padova, da dove si ripartirà venerdì 16 maggio: dopo San Marino, anzichè puntare verso l'interno, i partecipanti proseguiranno verso Riccione e poi a sud fino a Loreto, Ascoli e Teramo. La seconda tappa si chiuderà con la passerella nel cuore di Roma. L'inizio della terza tappa, sabato 17 maggio, sarà identico a quello degli scorsi anni, con i consueti passaggi a Ronciglione, Viterbo, Radicofani e Siena, dopodichè si svolterà a sinistra, verso Pisa e Lucca. Quindi il percorso ritornerà verso est, per affrontare i Passi della Futa e della Raticosa, fino a Bologna. La quarta tappa, mai disputata in precedenza, prevede il passaggio a Modena, Reggio Emilia e a Mantova.

L'arrivo a Brescia, domenica 18 maggio, avverrà poco prima dell'ora di pranzo. La Mille Miglia 2014 porta con sè anche alcune novità tecniche, come le Prove Cronometrate che diventano 74 e le Prove di Navigazione a media prestabilita, una tipologia di prova molto diffusa all'estero. Il totale delle auto iscritte, invece, è pressochè identico a quello del 2013, ma si registra il calo delle iscrizioni dall'Italia, che tuttavia continua a essere il Paese maggiormente rappresentato, con 143 iscrizioni (-42 sul 2013). Ad ogni modo il totale di 430 auto iscritte è stato raggiunto accettandone 20 in una Lista Speciale, si tratta di modelli rispondenti alle caratteristiche della Mille Miglia ma che, per vari motivi, non hanno partecipato negli anni canonici.

Queste vetture non riceveranno il coefficiente di merito, in modo che la vittoria rimanga riservata ai modelli protagonisti della corsa dal 1927 al 1957. Tra le vetture partecipanti, infine, ci sono diversi esemplari provenienti dai Musei di Case come Mercedes-Benz, Alfa Romeo, BMW, Jaguar e Porsche.

Post più popolari