Quando Arcore voleva dire Gilera


Per quasi 80 anni la fama della città è stata legata alle sue straordinarie motociclette. Parecchi dei modelli più rappresentativi, alcuni simili a quelli custoditi nel Museo storico della Casa saranno esposti alla 60^ edizione della Mostra scambio di auto, moto, cicli e ricambi d’epoca (Parco Esposizioni Novegro, dal 14 al 16 febbraio 2014).
 
Fino a vent’anni fa, il nome della città era sinonimo di Gilera, che qui aveva i suoi stabilimenti. Da qui sono usciti tutti i più grandi capolavori prodotti dalla Casa dei due Anelli intrecciati, uno dei marchi più famosi dell’allora vivacissima ed imbattibile industria motociclistica italiana.
Dal 14 al 16 febbraio 2014 alcuni preziosi modelli Gilera saranno esposti a Novegro (grazie alla collaborazione del Registro Storico Gilera) per quella che si preannuncia come la più eccezionale delle attrazioni della prossima Mostra-scambio di auto, moto, cicli e ricambi d’epoca: una rassegna tematica che condurrà i visitatori lungo quasi 80 anni di storia industriale e sportiva, in un emozionante percorso attraverso il vissuto di tre generazioni di appassionati.
Alla Gilera sono legate alcune delle pagine più gloriose del nostro motociclismo sportivo: nelle competizioni il momento magico della Gilera è stato negli anni Cinquanta, contro avversari che si chiamavano Norton, AJS, BMW, Moto Guzzi, MV Agusta. La Casa di Arcore conquistò sei titoli nel Campionato mondiale classe 500,  due con Umberto Masetti, tre con Geoff  Duke, uno con Libero Liberati e cinque  titoli mondiali di Marca
Testimonianza di quella epopea è il museo Gilera, che la Casa ha allestito non nella sua sede storica, ma a Pontedera, in Casa Piaggio; si perché le attività ed il Marchio Gilera vennero acquistati nel novembre 1969   dal Gruppo Piaggio. Questi capolavori di meccanica e di design, autentici miti su due ruote,  si trovano ora in esposizione nei padiglioni del museo di Pontedera, meta di visitatori ed appassionati da tutto il mondo.

 Ma la Gilera vanta anche un altro primato: quello di vincere non solo nella velocità ma anche nelle gare fuoristrada (off - road), dominando varie “6 Giorni Internazionali” e gare di Regolarità in Italia ed all’estero. Più recenti sono i successi alla Parigi-Dakar ed al Rally dei Faraoni. Poi, dopo il passaggio delle attività al Gruppo Piaggio, la Gilera nel 2001 ritorna alle grandi competizioni partecipando al Campionato del Mondo 125 con il pilota Manuel Poggiali che strepitosamente al primo anno conquista il titolo Mondiale. Sono passati 44 anni dall’ultimo Mondiale di Liberati. Ed è storia abbastanza attuale il ritorno al successo questa volta nel Mondiale 2008, classe 250, con il compianto Marco Simoncelli.
Alla tradizionale mostra scambio di auto, moto, cicli e ricambi d’epoca non mancheranno esemplari che hanno fatto la storia del motociclismo italiano. 
La Mostra-Scambio di Novegro offre quindi la migliore opportunità per ricordare questa storia gloriosa. Il Parco Esposizioni Novegro infatti si è contraddistinto negli anni quale riconosciuto luogo d'incontro e di scambio commerciale per i collezionisti delle due e quattro ruote. La Mostra-Scambio con la sua tradizione, il suo dinamismo e la grande offerta di prodotti e servizi consente al pubblico non solo di ammirare esemplari preservati in ogni dettaglio ma anche di trovare componenti e informazioni necessari per eseguire restauri e  recuperi di motociclette, biciclette, auto e automezzi di lavoro che costituiscono testimonianze importanti della nostra storia industriale. La manifestazione, che per valore di scambi e trattative commerciali primeggia nella classifica nazionale degli eventi del settore, occupa un'area al  coperto di mq. 16.000 e una all'aperto di mq. 80.000 perfettamente attrezzata.
L’appuntamento è dunque fissato per il week-end del 14-16 febbraio 2014 prossimi al Parco Esposizioni Novegro, alle porte di Milano, per un omaggio alla produzione motociclistica italiana che tanto ha contribuito alla motorizzazione di massa. 



Post più popolari