Tutto pronto per Eva al volante


Una manifestazione come quella di Eva al volante, ne siamo certi, piacerebbe anche a lei, la musa delle moderne attrici Charlize Theron... Prenderà così il via il prossimo 13 ottobre a Riccione la gara di regolarità per auto storiche  con parentesi di storia, turismo, moda e wellness.

4° edizione di Eva al  Volante, la gara di regolarità per auto storiche, riservata alle pilotesse, voluta dall’ASI per  promuovere la partecipazione femminile alle gare di questa specialità.
Eva al Volante lascia Roma per Riccione, che a metà ottobre, offrirà un ambiente un po’ meno caotico rispetto alla piena stagione e consentirà di apprezzare ancor meglio, le attrattive di questa città e della Regione circostante.


Sabato  13 ottobre dalle 8.00 alle 10.00 le verifiche e poi tre tappe molto impegnative ricche di prove di regolarità:
ore 10,30 partenza della 1° tappa Riccione – San Marino con arrivo in Piazza della Repubblica.
Saluto delle Autorità e Cambio della Guardia al Palazzo del Governo.
Pranzo e visita libera al centro Storico.
Ore 15.00 partenza 2° tappa San Marino - Riccione con numerosi rilevamenti.
Sistemazione presso l’Hotel Promenade di Riccione e possibilità di Wellness presso il Prana Spa.
Cena di gala e sfilata di moda abbinata alle vetture in Viale Ceccarini.
Domenica 14 ottobre
Ore 10.00 partenza da Viale Ceccarini per la 3° tappa Riccione - Gradara  con numerose prove di precisione.
Arrivo a Gradara e visita del Borgo medioevale, sul quale aleggia l’ombra dei celebri amanti Paolo e Francesca, celebrati da Dante nel canto V° dell’Inferno, da Riccardo Zandonai  con la sua opera lirica Francesca da Rimini e da diversi film.
Ore 13.00 pranzo presso il “Mastin Vecchio” in ambiente medioevale e premiazione degli equipaggi.
Una due giorni molto intensa, che vedrà impegnate guidatrici, cronometriste e autovetture in tre tappe piene di controlli e prove di precisione. Si tratta della più completa e severa edizione di Eva al Volante, a testimonianza della maturità agonistica ormai acquisita dalle concorrenti.
Malgrado però l’impegno sportivo, le partecipanti, nella tradizione ASI, saranno messaggere con le loro auto della filosofia culturale della Federazione, che abbina sempre alle sue manifestazioni eventi legati al territorio, alle sue tradizioni e alla sua storia.

Post più popolari