Marzocchi: dalla Ducati Marianna alla Panigale, sessant'anni di forcelle


E' dal 1949 che Marzocchi opera con successo nel settore degli ammortizzatori da moto. Oggi, lo storico marchio bolognese continua ad equipaggiare grandi case motociclistiche, tra cui Ducati, fregiandosi delle competenze tecnologiche e della struttura organizzativa del colosso statunitense Tenneco, che guida l'azienda dal settembre 2008.

Tenneco è un gruppo industriale leader nel settore dei componenti per automotive, in particolare nell’ambito specifico dei sistemi di sospensioni, dove vanta un solido primato tecnologico. Il gruppo può contare su una forza lavoro di oltre 20.000 specialisti, di cui circa 200 operano alla Tenneco-Marzocchi di Zola Predosa (BO), che, nel settore motociclistico, rappresenta la punta di diamante del gruppo. L'unione tra i due marchi è uno dei migliori esempi di integrazione fra la potenza tecnologica e gestionale di un colosso come Tenneco e la passione, la competenza, l’esperienza sul campo e la dedizione di tecnici e operatori cresciuti in quella culla della meccanica di alto livello che è il comprensorio industriale bolognese. L’ingresso di Marzocchi in Tenneco ha significato l’introduzione di tecnologie di produzione e di controllo della qualità che hanno letteralmente esaltato il potenziale progettuale e la creatività dei tecnici della Marzocchi.

Oggi la produzione Tenneco-Marzocchi è per larga parte concentrata su sistemi di sospensioni motociclistiche di alta gamma e, conseguentemente, ad alto valore aggiunto. La raffinata tecnologia progettuale, associata ad un livello qualitativo di riconosciuta eccellenza esecutiva e ad una produttività che garantisce il rigoroso rispetto dei tempi di consegna, ha portato Tenneco-Marzocchi ad acquisire share sempre più importanti delle forniture di primo equipaggiamento alle principali case motociclistiche europee. La crescita di immagine presso l’industria si è progressivamente riverberata nel crescente consenso degli utenti finali, che considerano le sospensioni Tenneco-Marzocchi un plus di raffinatezza tecnologica che va ad arricchire l’immagine della moto stessa. Si è così innescato un circolo virtuoso che ha portato ad un costante incremento della produzione di sospensioni di classe “premium”, come confermano le acquisizioni di ordini fino al 2016 e le ulteriori proiezioni.

Non poteva essere altrimenti, se si considerano alcune delle ultime realizzazioni, come la forcella RAC 50 Light, utilizzata come primo equipaggiamento sulla Ducati 1199 Panigale, l’unica al mondo realizzata interamente in alluminio, una esclusiva che solo la combinazione della tecnologia produttiva, della competenza ingegneristica e della passione su cui poggia l’eccellenza Tenneco-Marzocchi poteva realizzare con pieno successo. Lo stesso vale per la nuova generazione di sospensioni adattative a gestione elettronica, in grado di modulare la funzione ammortizzante in tempo reale utilizzando tecnologia e software sviluppati integralmente in Tenneco-Marzocchi. Grazie alla sua esclusiva combinazione di vere eccellenze, Tenneco-Marzocchi è in grado di guardare con giusto ottimismo al 2012 e agli anni a venire, forte della crescente penetrazione presso case motociclistiche ai massimi livelli come BMW, Ducati, Moto Guzzi, Aprilia, MV Agusta, Benelli, e altre.

Post più popolari