Oztal classic, sul tetto d'Europa



Un’estate speciale in Ötztal dove si festeggiano i 20 anni del ritrovamento della mummia sul Similaun, la catena montuosa che si trova tra Italia e Austria. Da qui parte l’esclusiva competizione internazionale dedicata alle macchine: da Sölden fino al punto più alto d’Europa raggiungibile in macchina. 

L’Austria accoglie infatti annualmente oltre 140 eventi dedicati al mondo degli oldtimer. Tra questi ce n’è uno molto speciale, per toccare i ghiacci perenni da vicino. Si tratta della ÖTZTAL CLASSIC, giunta alla sua 13. edizione. Il classico baule da pic nic che veniva apposto sul cofano delle macchine non serve più. Oggi ad attendere i partecipanti ci sono ristori a cinque stelle e lungo le tortuose strade come spettatori i veri abitanti della montagna: caprioli, cervi e l’aquila reale. Sono 210 i chilometri da affrontare. Si inizia venerdì 5 agosto con il primo test verso il ghiacciaio partendo da Sölden e si raggiunge quota 2.808 m su strada interamente chiusa al traffico, per giungere ai piedi del leggendario ghiacciaio di Rettenbach, dove annualmente ad ottobre fa tappa la prima prova di Coppa del Mondo di sci.

Il dislivello di oltre 1400 m metterà a dura prova i motori, anche perché in quota l’aria è molto più fine e al tempo stesso frizzante, un vero sollievo per i partecipanti che dimenticheranno le temperature afose delle città.

La seconda giornata sarà invece all’insegna di un percorso a stella per toccare il Passo Rombo – 2509 m, Gries presso Längenfeld – 1569 m, Niederthai – 1550 m, il passo di Kühtai – 2020 m, e il paesini di alta montagna di Vent – 1900 m. E per il gran finale, bagno di folla nel borgo storico di Ötz, dove ha luogo un circuito di 1,2 km.

La Ötztal Classic presenta un percorso facile ma guidare può diventare difficile a causa degli scorci naturali unici al mondo che possono distrarre i conducenti, inoltre la disposizione a stella dei tracciati che permette di entrare e uscire da interessanti dimensioni e scenari, è un altro motivo che induce a rallentare per soffermarsi ad ammirare. Sono attesi al via partecipanti da Inghilterra, Italia, Svizzera, Germania e Austria. 

Post più popolari